Cinema

23 articles in category Cinema / Subscribe
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Anche in Ida di Pawel Pawlikowski c’è un coltello, ma a differenza di quello di Polanski non è nell’acqua ma è ben conficcato nella memoria e nella coscienza collettiva della Polonia. Che, con naturale superficialità, sia noi che i polacchi (soprattutto di questi tempi) evitiamo di ricordare e analizzare. Anna (magnificamente messa in scena da Agata Trzebuchowka, esordiente e senza alcun background …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Giuseppe Tornatore affronta in La corrispondenza il tema dell’amore e della morte, nell’epoca della comunicazione telematica, creando un dramma (romantico) che rovescia il senso comune novecentesco, sublimato in due versi da Guido Gozzano: Reduce dall’Amore e dalla Morte gli hanno mentito le due cose belle! Per Tornatore non si sfugge né alla morte (il che è , come dire, naturale), né …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Nella conferenza stampa di presentazione del film Pietro Valsecchi, produttore di Chiamatemi Francesco, ha ricordato come – nella fase di prospezione in Argentina, in preparazione delle riprese- abbia raccolto, soprattutto tra il clero locale, non poche voci critiche su Jorge Bergoglio, l’ormai amato a livello planetario Papa Francesco. Le critiche riguardano soprattutto la macchia nera che aleggia sul passato del Papa, che …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

John May (Eddie Marsan) è un umile e oscuro impiegato di Londra, che si occupa di dare degna sepoltura per conto del Comune a chi muore in solitudine : in genere gente povera, d’una solitudine che ha ucciso tutti i sentimenti e i rapporti umani (anche quelli familiari),  marginale. Fa il suo lavoro con precisione maniacale da ventidue anni e il …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Premetto che non ho letto l’omonimo romanzo di De Cataldo e Bonini e, quindi, non so quanto il film sia fedele o meno al testo, ma considerando che gli autori hanno partecipato anche alla sceneggiatura, credo di sì. Premetto anche di aver visto il film là dove, due giorni prima, l’intera troupe lo ha presentato e cioè al Cineland di …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Zatoichi (letteralmente Ichi il massaggiatore cieco) è un film del 2003 di Takeshi Kitano, che oltre alla regia ha curato la sceneggiatura, il montaggio e  interpretato il ruolo del personaggio principale. Dalla critica italiana e internazionale è stato letto ed etichettato come uno jidaigeki, cioè un film storico in costume tipico della filmografia giapponese. Forse, non conoscendo il Giappone e la realtà giapponese, …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Ovviamente, a dispetto del titolo  o proprio per il titolo, l’ultimo film di Sorrentino è una narrazione della vecchiaia, quella fase della vita in cui, volenti o nolenti, tutti quelli che hanno la fortuna di arrivare debbono fare i conti con una serie di cose: lo scemare della forza fisica, la inevitabile decadenza, l’esaurirsi – a volte più lento, a …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Fred (Stanley Tucci) arriva con armi e bagagli a casa di Velvet (Alice Eve), la sua ex amante, dopo quattro anni: finalmente ha lasciato la moglie e possono ricominciare la loro appassionata storia d’amore. Lui, avvocato, era stato adescato da lei (studentessa universitaria e squillo di lusso per mantenersi agli studi): ma presto Velvet si era innamorata di lui, e Fred di lei. …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Complessivamente Arance e martello di Diego Bianchi non si può certo considerare e valutare un grande film e, a tratti, neanche un film venuto bene. Ma senza dubbio ha all’interno della narrazione una serie di spunti e qualche situazione che meritano una riflessione, non fosse altro che per ciò che sta accadendo all’interno del Partito Democratico e, a Roma, a livello …

Read more →
https://www.flickr.com/photos/mjm/

Il grande merito di Saul Dibb nel prendere in mano il romanzo incompiuto (e ultra celebrato) di Irène Nèmirovsky è stato di andare oltre il testo e far emergere alcuni contrappunti nella storia dell’amore (im)possibile, che nel film e nel libro è il centro su cui tutto grava. La Francia occupata dalle truppe tedesche è un Paese allo sbando: il …

Read more →